• Bandi - le opportunità per le imprese

Bandi

Le opportunità per le imprese


In uno scenario caratterizzato da molteplici opportunità agevolative a favore delle imprese, Confindustria Trento ritiene utile fornire un sintetico riepilogo dei bandi di maggior interesse per le realtà industriali del nostro territorio. 

L’Associazione mette disposizione un servizio dedicato che accompagna le imprese associate in un primo momento ad individuare le opportunità più d’interesse per l’azienda e successivamente alla presentazione effettiva della domanda. 


200 milioni di euro per lo sviluppo di sistemi di teleriscaldamento

In data 28 luglio 2022, il Ministero della Transizione Ecologica ha pubblicato l’avviso pubblico per la presentazione di proposte progettuali per lo sviluppo di sistemi di teleriscaldamento da finanziare nell’ambito del PNRR.

Beneficiari
Soggetti, pubblici o privati, proprietari, realizzatori o gestori della rete di teleriscaldamento e/o teleraffrescamento efficiente o della centrale di produzione di energia termica e/o frigorifera.

Interventi finanziabili
Il bando finanzia progetti relativi a:

  1. nuova costruzione di sistemi di teleriscaldamento e/o teleraffrescamento efficienti;
  2. estensione di sistemi di teleriscaldamento e/o teleraffrescamento, purché in esito agli interventi attuati mantengano o, comunque, conseguano la qualifica di sistemi di teleriscaldamento e/o teleraffrescamento efficienti;
  3. ammodernamento di centrali di produzione di energia termica e/o frigorifera al fine di rendere efficiente la relativa rete di teleriscaldamento e/o teleraffrescamento.


Dotazione finanziaria e agevolazioni concedibili

Le risorse complessivamente disponibili ammontano a 200 milioni di €, di cui 50 destinati a sistemi di teleriscaldamento e/o teleraffrescamento efficiente di piccole dimensioni, ossia a progetti che prevedono un investimento complessivo inferiore a 10 milioni di euro, mentre i rimanenti 150 possono interessare qualsiasi tipo di impianto.

L’importo dell’agevolazione, calcolato secondo quanto riportato nell’Allegato 2 dell’avviso:

  1. non supera il 45% dei costi ammissibili, per interventi riguardanti la centrale di produzione di energia termica e/o frigorifera.  L'intensità di aiuto può essere aumentata di 20 punti percentuali per gli aiuti concessi alle piccole imprese e di 10 punti percentuali per gli aiuti concessi alle medie imprese. A tal fine si specifica che l’impresa avente il 25% o più del suo capitale o dei suoi diritti di voto detenuti direttamente o indirettamente da un ente pubblico, oppure congiuntamente da più enti pubblici, nonché i Comuni o altre Autorità Locali o Enti pubblici, non rientrano nella definizione di PMI. 
  2. non supera la differenza tra i costi ammissibili e il risultato operativo, per interventi riguardanti la rete di teleriscaldamento e/o teleraffrescamento. Il risultato operativo viene dedotto dai costi ammissibili ex ante o mediante un meccanismo di recupero.


Termini di presentazione delle domande di agevolazione

Le domande di accesso agli incentivi potranno essere presentate entro le ore 10.00 del 6 ottobre, attraverso il portale messo a disposizione del GSE, al seguente link.


Bandi Brevetti, Disegni e Marchi

Termini di presentazione delle domande: dal 27 settembre 2022

Il Ministero dello Sviluppo economico ha pubblicato i nuovi bandi per l’annualità 2022 per la concessione delle misure agevolative denominate Brevetti+, Disegni+ e Marchi+, gestite da Invitalia (Brevetti+) e da Unioncamere (Disegni+ e Marchi+). 

In particolare, le piccole e medie imprese potranno presentare le domande nei termini del seguente calendario:

  1. dal 27 settembre per il bando Brevetti+, che dispone di 30 milioni di euro (inclusi 10 milioni di risorse PNRR) - https://www.invitalia.it/cosa-facciamo/rafforziamo-le-imprese/brevetti 
  2. dall’11 ottobre per Disegni+, che dispone di 14 milioni di euro - https://www.disegnipiu2022.it/
  3. dal 25 ottobre per Marchi+, che dispone di 2 milioni di euro - https://www.marchipiu2022.it/ 


Maggiori informazioni, FAQ e novità dell’edizione 2022 possono essere reperite ai link sopraindicati.


Bando MISE investimenti innovativi PMI legati a tecnologie 4.0, economia circolare e risparmio energetico

Con Decreto Ministeriale del 10 febbraio 2022, il Ministero dello Sviluppo economico ha istituito un nuovo strumento agevolativo per il sostegno alle PMI, nell’intero territorio nazionale, di nuovi investimenti imprenditoriali innovativi e sostenibili. 

La misura prevede la concessione e l’erogazione di agevolazioni in favore di programmi di investimenti innovativi legati a tecnologie 4.0, economia circolare e risparmio energetico volti, in particolare, a:

  1. favorire la transizione dell’impresa verso il paradigma dell’economia circolare;
  2. migliorare la sostenibilità energetica dell’impresa.


Sono ammissibili alle agevolazioni le spese strettamente funzionali alla realizzazione dei programmi di investimento, relative all’acquisto di nuove immobilizzazioni materiali e immateriali che riguardino:

  1. macchinari, impianti e attrezzature
  2. opere murarie, nei limiti del 40% del totale dei costi ammissibili
  3. programmi informatici e licenze correlati all’utilizzo dei beni materiali 
  4. acquisizione di certificazioni ambientali.
 

Fondo per intelligenza artificiale, blockchain e internet of things

Termini di presentazione delle domande: dal 21/09/2022  

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha attivato il Fondo per lo sviluppo delle tecnologie e delle applicazioni di intelligenza artificiale, blockchain e internet of things istituito lo scorso dicembre. È previsto un contributo a fondo perduto per progetti di ricerca, sviluppo e innovazione, differenziato per tipologia di progetto e dimensione di impresa. 

Spese ammesse:

  1. personale: ricercatori, tecnici e altro personale ausiliario; per progetti di innovazione di processi e dell'organizzazione limite del 60% dei costi totali;
  2. strumentazione e attrezzature nella misura e per il periodo in cui sono utilizzati per il progetto;
  3. costi di ricerca contrattuale, conoscenze, brevetti, licenze, consulenze e servizi per la ricerca;
  4. spese generali supplementari.
 

Bando provinciale “Qualità in Trentino"

Agevolazioni alle PMI per investimenti finalizzati all’avvio di nuove attività e realizzazione di nuovi spazi (showroom), riqualificazione e abbellimento di spazi esistenti

Termini di presentazione delle domande: dal 02/08/2022 al 14/10/2022

La Giunta provinciale ha approvato, con deliberazione n. 1242 dell’8 luglio 2022 la pubblicazione del secondo bando “Qualità in Trentino” che, con una dotazione finanziaria pari a 1,5 milioni di euro, intende sostenere le PMI per investimenti nell’avvio di nuove attività e realizzazione di nuovi spazi, riqualificazione e abbellimento di spazi esistenti o riconversione della propria attività.

Sono ammissibili ad agevolazione i seguenti interventi:

  1. avvio di nuove attività o apertura di nuove unità operative, anche attraverso l’acquisto di immobili;
  2. riqualificazione, ammodernamento e abbellimento delle attività esistenti o alla riconversione della propria attività, anche attraverso l’acquisto dell’immobile già in utilizzo e alla realizzazione di nuovi spazi funzionali ad attività esistenti;
  3. realizzazione di showroom, negozi, sale degustazione e didattiche e/o altri spazi dedicati alla promozione dei propri prodotti, solo nel caso di aziende manifatturiere artigiane o industriali.


Sulle spese ritenute ammissibili è concesso un contributo in conto capitale:

  1. piccola impresa: 20%
  2. media impresa: 10%
 

Avviso FESR 1/2022 - Investimenti nei processi produttivi delle PMI

Termini di presentazione delle domande: dal 16/05/2022 e fino a esaurimento fondi

Venerdì 29 aprile la Giunta Provinciale ha adottato la delibera relativa al nuovo avviso per i contributi rivolti a rafforzare l’innovazione dei processi produttivi delle PMI trentine, finanziando gli investimenti, materiali e immateriali.

Il progetto deve consistere nella trasformazione di un processo produttivo esistente e/o nell’introduzione di un nuovo processo produttivo ulteriore rispetto ai processi produttivi già esistenti in azienda.

L’intensità del contributo varia - per ciascuna tipologia di spesa - a seconda del punteggio ottenuto e del regime di aiuto scelto dall’impresa al momento della domanda.

L’intervento rientra nel Programma operativo FESR 2021-2027. Il soggetto istruttore dell’iniziativa è Trentino Sviluppo spa. 

 

Avviso FESR 2/2022 - Investimenti in impianti fotovoltaici

Termini di presentazione delle domande: dal 04/07/2022 e fino a esaurimento fondi

Con Delibera di Giunta provinciale n. 1034 del 7 giugno 2022 è stato adottato l’Avviso FESR 2/2022 che intende agevolare l’installazione degli impianti fotovoltaici, combinati a sistemi di accumulo e finalizzato, in via prioritaria, all’autoconsumo delle unità locali delle imprese trentine e, secondariamente, alla condivisione dell’energia elettrica rinnovabile prodotta tramite gruppi di soggetti che agiscono collettivamente (c.d. “Comunità energetiche”).

 L’investimento, realizzato da PMI o grandi imprese, deve essere localizzato nel territorio della Provincia autonoma di Trento.

 

Contatti

Gianluca Fedrizzi

☎ +39 0461360087
📧 g.fedrizzi@confindustria.tn.it