• PNRR - Un'occasione unica per progettare il futuro
PNRR: UN’OCCASIONE UNICA PER PROGETTARE IL FUTURO

PNRR

PNRR: UN’OCCASIONE UNICA PER PROGETTARE IL FUTURO

 

Indice

Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.
Bandi d’interesse: la selezione di Confindustria Trento.
Tutti bandi della newsletter periodica .
 

Investimenti, bandi e missioni: il ruolo di Confindustria Trento per le imprese

 

Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, con il suo pacchetto di investimenti complessivi da 220 miliardi di euro, costituisce una grande occasione di rilancio per tutto il Paese. Infatti gli investimenti previsti dal Piano hanno l’obiettivo di rilanciare l’economia italiana per renderla più digitale, dinamica, sostenibile e inclusiva.

È il momento per il nostro territorio di cogliere quest’opportunità, ma anche di dimostrarsi responsabile e avviare una vera e propria rigenerazione: economica, ambientale, sociale sulla quale poggiare un concreto e deciso progetto di rilancio.

Confindustria Trento propone supporto e affiancamento specializzato per consentire un’agile lettura del Piano.
Offre inoltre il costante monitoriaggio delle principali opportunità per le imprese con notizie in continuo aggiornamento.

 


I bandi per le imprese:

In questa sezione è possibile trovare una selezione di opportunità che Confindustria Trento ritiene essere tra le più utili alle imprese. Per avere visione di tutti i bandi, aperti o in programma, legati al PNRR è possibile fare riferimento al portale ufficiale “Italia Domani”.

 

200 milioni di euro per lo sviluppo di sistemi di teleriscaldamento

In data 28 luglio 2022, il Ministero della Transizione Ecologica hapubblicato l’avviso pubblico per la presentazione di proposte progettuali perlo sviluppo di sistemi di teleriscaldamento da finanziare nell’ambito del PNRR.

Beneficiari
Soggetti, pubblici o privati, proprietari, realizzatori o gestori dellarete di teleriscaldamento e/o teleraffrescamento efficiente o della centrale diproduzione di energia termica e/o frigorifera.

InterventifinanziabiliIl bandofinanzia progetti relativi a:

  1. nuova costruzione di sistemi di teleriscaldamento e/o teleraffrescamento efficienti;
  2. estensione di sistemi di teleriscaldamento e/o teleraffrescamento, purché in esito agli interventi attuati mantengano o, comunque, conseguano la qualifica di sistemi di teleriscaldamento e/o teleraffrescamento efficienti;
  3. ammodernamento di centrali di produzione di energia termica e/o frigorifera al fine di rendere efficiente la relativa rete di teleriscaldamento e/o teleraffrescamento.


Dotazione finanziaria e agevolazioni concedibili
Le risorse complessivamente disponibili ammontano a 200 milioni di €, di cui 50 destinati a sistemi di teleriscaldamento e/o teleraffrescamento efficiente di piccole dimensioni, ossia a progetti che prevedono un investimento complessivo inferiore a 10 milioni di euro, mentre i rimanenti 150 possono interessare qualsiasi tipo di impianto.
L’importo dell’agevolazione, calcolato secondo quanto riportato nell’Allegato 2 dell’avviso:

  1. non supera il 45% dei costi ammissibili, per interventi riguardanti la centrale di produzione di energia termica e/o frigorifera. L'intensità di aiuto può essere aumentata di 20 punti percentuali per gli aiuti concessi alle piccole imprese e di 10 punti percentuali per gli aiuti concessi alle medie imprese. A tal fine si specifica che l’impresa avente il 25% o più del suo capitale o dei suoi diritti di voto detenuti direttamente o indirettamente da un ente pubblico, oppure congiuntamente da più enti pubblici, nonché i Comuni o altre Autorità Locali o Enti pubblici, non rientrano nella definizione di PMI.
  2. non supera la differenza tra i costi ammissibili e il risultato operativo, per interventi riguardanti la rete di teleriscaldamento e/o teleraffrescamento. Il risultato operativo viene dedotto dai costi ammissibili ex ante o mediante un meccanismo di recupero.


Termini di presentazione delle domande di agevolazione
Le domande di accesso agli incentivi potranno essere presentate entro le ore 10.00 del 6 ottobre, attraverso il portale messo a disposizione del GSE, al seguente link.


Dottorati di ricerca per le imprese

Il Decreto del MIUR n. 352 del 9 aprile 2022 ha dato corso alla prima applicazione dell’introduzione dei dottorati innovativi industriali. Si tratta di 5.000 nuove borse di dottorato di durata triennale per la frequenza di percorsi per dottorati innovativi accreditati.

Tutti i dettagli in allegato


Agevolazioni alle imprese per investimenti di grandi dimensioni nei settori industriale, agro-industriale e turistico

A partire dall'11 aprile le imprese potranno presentare domanda di agevolazione per gli investimenti nelle filiere industriali strategiche e innovative, anche nei settori delle rinnovabili (fotovoltaico ed eolico) e delle batterie, attraverso lo strumento dei nuovi Contratti di sviluppo.


SIMEST – Finanziamenti agevolati per la transizione digitale ed ecologica delle PMI a vocazione internazionale

Nell’ambito degli interventi a valere sul PNRR, SIMEST supporta la transizione digitale ed ecologica delle PMI italiane esportatrici, con tre diverse tipologie di finanziamenti, ad un tasso fortemente agevolato.

Fra questi, il finanziamento per la “Transizione digitale ed ecologica delle PMI con vocazione internazionale”, della durata di 6 anni, prevede un importo massimo finanziabile di 300mila euro, con una quota a fondo perduto fino al 25%.
Le spese per la transizione digitale devono costituire almeno il 50% del totale, mentre la percentuale rimanente può essere dedicata alle spese per la sostenibilità e l'internazionalizzazione. In particolare, a titolo non esaustivo:

  1. investimenti in integrazione e sviluppo digitale dei processi aziendali;
  2. investimenti in attrezzature tecnologiche e programmi, formazione su Industria 4.0
  3. disaster recovery e business continuity;
  4. investimenti per strutture commerciali all'estero, spese per eventi internazionali all'estero;
  5. spese per il risparmio energetico e mitigazione impatto climatico.

Il portale SIMEST per la presentazione delle domande, salvo esaurimento anticipato dei fondi, resterà aperto sino al 31 maggio 2022.

Per ulteriori informazioni:
📧 finanzadimpresa@confindustria.tn.it


Pubblicati sul sito del Ministero della Transizione ecologica i bandi per assegnare i fondi del PNRR su progetti di ricerca e sviluppo in materia di idrogeno

Sono stati pubblicati sul sito del Ministero della Transizione ecologica i bandi per assegnare i fondi del PNRR su progetti di ricerca e sviluppo in materia di idrogeno. L’investimento assegna 30 milioni di euro per progetti di ricerca sviluppati dalle imprese e 20 milioni per progetti di organismi di ricerca pubblici (enti e università).
Le proposte ammissibili devono riguardare:
-produzione di idrogeno verde;
- tecnologie innovative per lo stoccaggio e il trasporto;
- celle a combustibile per applicazioni stazionarie o di mobilità;
- sistemi intelligenti per la gestione delle infrastrutture basate sull’idrogeno.


Agevolazioni alle imprese del settore turistico (compresi i comparti fieristico e congressuale, termale e parchi acquatici/faunistici)

A favore delle imprese del settore turistico (compresi i comparti fieristico e congressuale, termale e parchi acquatici/faunistici), il Ministero del Turismo ha introdotto, con decreto legge 152/2021 in attuazione del PNRR, la possibilità di usufruire di un credito d’imposta fino all’80% e di un contributo a fondo perduto fino al 50% delle spese sostenute per realizzare determinate tipologie di interventi (ad esempio efficienza energetica, riqualificazione antisismica, eliminazione barriere architettoniche, interventi di manutenzione straordinaria, piscine termali, interventi di ristrutturazione, spese per la digitalizzazione, acquisto di mobili e componenti d’arredo).

APPROFONDISCI

Dal Ministero dello Sviluppo Economico 1 miliardo di euro per incentivare le imprese italiane per progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale

"Accordi per l'innovazione" è uno tra i principali incentivi nazionali per le aziende italiane, specialmente di medio - grandi dimensioni, da utilizzare per sostenere i propri progetti di ricerca e sviluppo, anche in partenariato con altre imprese e/o organismi di ricerca come le Università.

APPROFONDISCI

Incentivi per l'imprenditoria femminile: Pubblicato il decreto che stanzia 400 milioni previsti dal Pnrr

È stato pubblicato il decreto del Ministro dello sviluppo economico che integra le risorse a sostegno dell’imprenditoria femminile con i 400 milioni di euro previsti dal Piano nazionale di ripresa e resilienza.
Si tratta di un intervento che mira a incentivare le donne ad entrare nel mondo delle imprese, supportando le loro competenze e creatività, attraverso contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati.

APPROFONDISCI

Economia circolare: realizzazione nuovi impianti di gestione rifiuti e ammodernamento di impianti esistenti

Il Ministero della transizione ecologica prevede contributi per progetti di economia circolare dei settori elettronica, carta, plastica e tessili.
Si tratta di “Progetti  faro” per ammodernamento, anche con ampliamento impianti esistenti, o realizzazione di nuovi impianti per il miglioramento della raccolta, della logistica e del riciclo dei rifiuti dei seguenti materiali, e per gli interventi elencati, esemplificativi ma non esaustivi:

  1. Linea A - Apparecchiature elettriche ed elettroniche c.d. RAEE
  2. Linea B - Carta e cartone
  3. Linea C - Plastica
  4. Linea D -Tessili
APPROFONDISCI

Tutti i bandi della newsletter periodica:

Per fornire ulteriore supporto alle aziende riportiamo la newsletter quindicinale dedicata a specifici focus che riguardano:

  1. Il PNRR;
  2. Gli incentivi alle imprese;
  3. I Programmi Nazionali della Politica di Coesione.
 

Per ulteriori informazioni:

Area Economia d'Impresa

📞 0461 360007
📧 economico@confindustria.tn.it