• Media
  • Notizie
  • Notizie - In Trentino nasce un nuovo quotidiano
24/05/2022

In Trentino nasce un nuovo quotidiano.“Un giornale dei trentini, per i trentini”.

È un progetto non profit, che vede in prima linea una Fondazione i cui soci fondatori sono le principali organizzazioni imprenditoriali del Trentino: Confindustria Trento, Federazione Trentina della Cooperazione (promotori), Associazione Artigiani, Associazione Albergatori, ANCE Trento. la società editoriale sarà una srl di proprietà al 100% della Fondazione.

Autonomia, imprenditorialità, innovazione, comunità e futuro le linee guida del progetto editoriale

Il mondo dell’imprenditoria trentina, attraverso l’iniziativa di alcune delle principali Associazioni di categoria, ha presentato un progetto volto a stimolare il dibattito pubblico e ad ampliare l’offerta di informazione per la comunità trentina. Con la costituzione della Fondazione Synthesis, cinque Associazioni danno vita a una realtà non profit con diverse finalità. Tra queste, la promozione di iniziative editoriali, come quella annunciata oggi che vede la costituzione di un nuovo quotidiano, “un giornale dei trentini, per i trentini”, come è stato definito dai promotori.

I soci fondatori sono Ance Trento, Associazione Albergatori (ASAT), Associazione Artigiani, Confindustria Trento e Federazione Trentina della Cooperazione.
Il nuovo giornale quotidiano vuole essere espressione effettiva della comunità trentina: per contribuire al dibattito pubblico, mettere a confronto idee e opinioni con obiettività, chiarezza e trasparenza, concorrere alla costruzione di una cittadinanza consapevole e informata.  
La forma societaria più coerente per realizzare questo progetto è risultata essere la Fondazione di partecipazione, denominata Synthesis, ente non profit, a cui è affidato il controllo della società editoriale che è stata costituita per pubblicare la nuova testata. Una srl unipersonale interamente detenuta dalla Fondazione esercita quindi l’attività editoriale.

«La Fondazione Synthesis sarà un luogo di animazione culturale, di confronto e approfondimento, di promozione e conoscenza dei valori dell’autonomia - afferma il presidente Fausto Manzana. - Nasce con un primo, ambizioso, obiettivo: quello di portare in edicola – e online – un nuovo quotidiano di informazione.

Sarà un giornale dei moderati trentini, a servizio del territorio e della comunità provinciale, che racconterà in modo costruttivo i temi importanti per la nostra terra, rappresentando in maniera oggettiva le questioni, dando spazio ai punti di vista e perseguendo un'idea forte di sviluppo del territorio nel contesto di una nuova valorizzazione dell'autonomia. Una palestra di dibattito, di qualità».

Il progetto editoriale si basa su un modello organizzativo sostenibile, innovativo, multipiattaforma, decisamente orientato alle nuove tecnologie e all’evoluzione dei modi di fruizione dell’informazione, attento ai costi senza rinunciare alla qualità.
La volontà dei Fondatori non è quella di creare una voce per le associazioni di categoria, bensì uno strumento per favorire la libera discussione sui temi cruciali per il futuro del Trentino, promosso e sostenuto dall’imprenditoria trentina.
Significativo, infatti, che nella Fondazione si siano riconosciute diverse anime del tessuto economico del territorio, segno tangibile che l’opportunità di promuovere la nascita di un nuovo quotidiano costituisce un’esigenza condivisa da mondi molto diversi tra loro.


Il ruolo della Fondazione
La Fondazione si pone come istituzione culturale ad ispirazione sociale, permanente ed aperta alla comunità, snodo di alta divulgazione nel quale corretta informazione, cultura, manifestazioni ed espressioni culturali, di scienza, questioni di interesse sociale e comunitario, multimedialità e comunicazione in genere vengono individuate, approfondite, illustrate, comparate con esperienze culturali e sociali diverse, tutelate, promosse e valorizzate, con caratterizzazione apartitica e senza pregiudiziali di alcuna natura.
La Fondazione avrà dunque anche l’obiettivo di promuovere progetti sul territorio, occasioni di formazione e di informazione, iniziative e appuntamenti rivolti alla popolazione, con particolare riguardo ai giovani e al mondo delle scuole.

Il cda in questa prima fase è così composto: presidente Fausto Manzana (presidente Confindustria Trento); Consiglieri: Roberto Simoni, presidente Cooperazione Trentina), Italo Monfredini (Cooperazione), Barbara Fedrizzi (Confindustria), Marco Segatta (presidente Associazione Artigiani), Gianni Battaiola (presidente Associazione Albergatori), Andrea Basso (Presidente Ance Trento).