Aggiornamenti-coronaviris-notizie-confindustria-trento

Covid-19 | Normativa

Menù di selezione veloce

 
1. ULTIMI AGGIORNAMENTI.
2. MISURE SULLE ATTIVITA' PRODUTTIVE.
3. FONTI E MATERIALI UFFICIALI.
 
 

1. ULTIMI AGGIORNAMENTI

In vigore da domani l'Ordinanza provinciale che recepisce, con alcune importanti deroghe, il DPCM 24 ottobre 2020

Il Presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti ha firmato oggi l’Ordinanza n. 49, che recepisce il DPCM 24 ottobre con alcune importanti deroghe e una restrizione.
Di seguito evidenziamo i principali passaggi per cui il documento, che entra in vigore domani, si discosta dal Decreto nazionale.

Servizi di ristorazione: le attività presso i bar, gelaterie e pasticcerie sono consentite dalle ore 5.00 fino alle ore 20.00; per tutte le altre attività di ristorazione è possibile l’esercizio della propria attività dalle ore 5.00 alle ore 22.00;

Impianti sciistici: è in via di stesura un protocollo con regioni e territori confinanti per consentire la loro apertura e lo svolgimento della stagione invernale. In merito alla discussione sui contenuti del protocollo, alla quale intervengono anche i rappresentanti della Sezione Impianti a Fune di Confindustria Trento, si darà notizia a parte con specifica comunicazione;

Formazione: sono consentite in presenza solo le attività di formazione professionale, comprese quelle in cui si riconoscono crediti formativo-professionali;

Didattica: si prevede la continuità in presenza delle lezioni nel ciclo di istruzione primario e secondario;

Trasporto pubblico: potenziamento in ambito extraurbano gomma dell’offerta di posti, con un coefficiente di riempimento medio del 65%; potenziamento del servizio ferroviario locale, con analogo obiettivo tendenziale del 70% di riempimento dei rotabili; potenziamento dei servizi urbani con utilizzo dei turni di riserva;

Maggiori restrizioni vengono introdotte per l’attività di commercio al dettaglio, che vengono sospese nelle giornate di domenica, fatta eccezione per farmacie, parafarmacie, edicole e tabaccherie.

Vengono prorogate fino al 24 novembre 2020 le disposizioni dei protocolli e linee guida di carattere organizzativo e sanitario per le attività economiche e produttive.

DPCM 24 ottobre 2020: le principali novità del documento, in vigore dal 26 ottobre al 24 novembre 2020

Entra in vigore lunedì 26 ottobre, e avrà effetto fino al 24 novembre 2020, il DPCM 24 ottobre 2020 siglato dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Nel nuovo DPCM permane l’obbligo sull'intero territorio nazionale di avere sempre con sé dispositivi di protezione delle vie respiratorie e di indossarli nei luoghi al chiuso diversi dalle abitazioni private e in tutti i luoghi all'aperto a eccezione dei casi in cui sia garantito, in modo continuativo, il distanziamento da persone non conviventi. Permane l’obbligo di mantenere una distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro. 

È “fortemente raccomandato” a tutte le persone fisiche di evitare spostamenti, con mezzi di trasporto pubblici o privati, salvo che per esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi e non disponibili in tale comune.

Dopo le ore 21 può essere disposta la chiusura al pubblico delle strade o piazze nei centri urbani, dove si possono creare situazioni di assembramento, fatta salva la possibilità di accesso, e deflusso, agli esercizi commerciali legittimamente aperti e alle abitazioni private.

Tra le novità del DPCM segnaliamo che le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) sono consentite dalle ore 5.00 fino alle 18.00. Il consumo al tavolo è consentito per un massimo di quattro persone per tavolo, salvo che siano tutti conviventi. Dopo le ore 18.00 è vietato il consumo di cibi e bevande nei luoghi pubblici e aperti al pubblico. È consentita senza limiti di orario la ristorazione negli alberghi e in altre strutture ricettive limitatamente ai propri clienti. È sempre consentita la ristorazione con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per l’attività di confezionamento che di trasporto, nonché fino alle ore 24.00 la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze.

Sono sospesi i convegni, i congressi e gli altri eventi, ad eccezione di quelli che si svolgono con modalità a distanza.
Sono vietate le fiere e gli altri analoghi eventi ad eccezione di quelle di carattere nazionale e internazionale nel rispetto di protocolli di sicurezza.

Sono chiusi gli impianti nei comprensori sciistici; gli stessi possono essere utilizzati solo da parte di atleti professionisti e non, riconosciuti di interesse nazionale dal Comitato olimpico nazionale italiano (CONI), dal Comitato Italiano Paralimpico (CIP) e/o dalle rispettive federazioni per permettere la preparazione finalizzata allo svolgimento di competizioni sportive nazionali e internazionali o lo svolgimento delle competizioni. Gli impianti sono aperti agli sciatori amatoriali solo subordinatamente all'adozione di apposite linee guida da parte della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome e validate dal Comitato tecnico-scientifico, rivolte a evitare aggregazioni di persone e assembramenti.
 
Quanto al mondo della formazione, l’attività didattica ed educativa per il primo ciclo di istruzione e per i servizi educativi per l’infanzia continua a svolgersi in presenza. Le istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado adottano forme flessibili nell'organizzazione dell'attività didattica, incrementando il ricorso alla didattica digitale integrata, per una quota pari al 75 per cento delle attività , modulando ulteriormente la gestione degli orari di ingresso e di uscita degli alunni, anche attraverso l'eventuale utilizzo di turni pomeridiani e disponendo che l'ingresso non avvenga in ogni caso prima delle 9.00.
Le Università predispongono, in base all'andamento del quadro epidemiologico, piani di organizzazione della didattica e delle attività curriculari in presenza e a distanza in funzione delle esigenze formative tenendo conto dell'evoluzione del quadro pandemico territoriale e delle corrispondenti esigenze di sicurezza sanitaria e, in ogni caso, nel rispetto delle linee guida del Ministero dell’università e della ricerca.

Sono sospese le attività di palestre, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali, fatta eccezione per l’erogazione delle prestazioni che rientrano nei livelli essenziali di assistenza, nonché centri culturali, centri sociali e centri ricreativi. L'attività sportiva di base e l'attività motoria in genere svolte presso centri e circoli sportivi, pubblici e privati, sono consentite nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento.

Sono sospesi gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all'aperto. Sospese anche le attività che abbiano luogo in sale da ballo e discoteche e locali assimilati, all'aperto o al chiuso. È consentito l’accesso ai musei a condizione che garantiscano il distanziamento.

 
 
 

2. MISURE SULLE ATTIVITA' PRODUTTIVE

Il DL agosto contiene una serie di misure a sostegno dell’economia, raggruppabili intorno a tre ambiti: 

• proroga degli interventi di potenziamento degli strumenti della Cassa integrazione guadagni (le misure sul lavoro dovrebbero assorbire circa 11 dei 25 miliardi complessivi stanziati dal DL);
• interventi a sostegno delle imprese e dei settori maggiormente colpiti dalla crisi, anche attraverso una riprogrammazione delle scadenze fiscali dei prossimi mesi; 
• disposizioni in favore degli enti territoriali, anche per compensare le contrazioni finanziarie determinate dai mancati introiti fiscali degli ultimi mesi.

Di seguito alleghiamo il testo del decreto e due note esplicative, con particolare riguardo alle misure di interesse per le imprese.

 
 

3. FONTI E MATERIALI UFFICIALI

Del Governo

 


Della Provincia autonoma di Trento

 

Ordinanza del Presidente della Provincia del 26/10/2020 (Ulteriori disposizioni a seguito dell’emanazione del DPCM del 24/10/2020, nonché ulteriori disposizioni in tema di misure per la prevenzione e gestione dell'emergenza sanitaria)

Ordinanza del Presidente della Provincia del 15/10/2020 (Ulteriori disposizioni a seguito dell’emanazione del DPCM del 13/10/2020, nonché disposizioni in materia sanitaria e ambientale)


Ordinanza del Presidente della Provincia del 8/10/2020 (Ulteriori disposizioni a seguito dell’emanazione del decreto-legge del 7/10/2020 n. 125)


Ordinanza del Presidente della Provincia del 13/08/202 (Ulteriore ordinanza in tema di misure per la prevenzione e gestione dell'emergenza Coronavirus. Disposizioni di ingresso sul territorio provinciale di persone provenienti da Croazia, Grecia, Malta o Spagna).

Ordinanza del Presidente delle Provincia del 31/07/2020 Ulteriore ordinanza in tema di misure per prevenzione e gestione emergenza Coronavirus in seguito a DL 83-2020)

Ordinanza del Presidente della Provincia del 15/07/2020 ( ulteriori disposizioni in materia di obbligo di utilizzo  della mascherina, di distanziamento interpersonale, di individuazione dei documenti/protocolli/linee guida di carattere organizzativo e sanitario per l’esercizio delle attività economiche, produttive ricreative e sociali, nonché di disposizioni transitorie in materia di pagamento per lo smaltimento dei rifiuti urbani)

Ordinanza del Presidente della Provincia del 03/07/2020 (Ulteriore ordinanza in tema di misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Disposizioni sul controllo funzionale delle macchine irroratrici, sugli sport di contatto e sulle modalità di svolgimento del servizio di buffet)

Ordinanza del Presidente della Provincia del 29/06/2020 (Ulteriore ordinanza in tema di misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 – Ulteriori disposizioni provinciali sul servizio di trasporto pubblico locale a seguito dell’emanazione del Dpcm 11 giugno 2020 e sui servizi didattici ed educativi di istruzione e formazione professionale, provinciali e paritari, del primo e secondo ciclo per i servizi a favore degli alunni e alunne, studenti e studentesse con bisogni educativi speciali)

Ordinanza del Presidente della Provincia del 25/06/2020 (Ulteriore ordinanza in tema di misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Utilizzo della mascherina e altre disposizioni)

Protocollo di sicurezza sul lavoro – Gestione Covid-19 per le attività di spettacolo, delle federazioni, di associazioni culturali e dei loro aderenti - ver.1 del 24/06/2020

Ordinanza del Presidente della Provincia del 19/06/2020 (Ulteriore ordinanza in tema di misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Ulteriori disposizioni in ambito provinciale)

Ordinanza del Presidente della Provincia del 13/06/2020 (Disposizioni relative all’obbligo di utilizzo della mascherina e altre disposizioni adottate a seguito dell’emanazione del decreto legge 16 maggio 2020, n. 33 e dei conseguenti decreti PCM 17 maggio 2020 e 11 giugno 2020)

Delibera della Giunta provinciale n. 799 dell' 11/06/2020 (Emergenza sanitaria Covid-19 - applicazione dell'art. 34 della legge provinciale 13 maggio 2020, n. 3 in merito all'attività relativa ai "Centri termali e centri benessere", ad integrazioni e modifiche ai Protocolli già approvati e al rinvio per quanto non disciplinato dalla Provincia autonoma di Trento alle Linee guida di cui alla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome di data 9 giugno 2020, alla luce del decreto legge 16 maggio 2020 n. 33 e del conseguente DPCM 17 maggio 2020)

Indirizzi per la gestione dell'emergenza Covid nelle Aziende - Protocollo generale per la sicurezza sul lavoro - rev. 6 del 10 giugno 2020

Ordinanza del Presidente della Provincia del 1/06/2020  (Disposizioni relative a misure straordinarie in materia  di termini di procedimenti amministrativi e scadenze per adempimenti e obblighi informativi, nonché relative al contenuto della propria ordinanza del 18 maggio 2020 prot. n. 271453/1 circa l'obbligo di utilizzo della mascherina e altre disposizioni adottate a seguito dell'emanazione del Decreto Legge 16 maggio 2020, n.33 del conseguente DPCM 17 maggio 2020)

Ordinanza del Presidente della Provincia del 27/05/2020 (Disposizioni relative allo svolgimento degli esami dei percorsi di Iefp di qualifica e diploma e tirocini formativi tirocini curriculari e tirocini estivi - nell'ambito dei percorsi del sistema educativo provinciale e dell'alta formazione professionale)

Ordinanza del Presidente della Provincia del 23/05/2020 (Disposizioni provinciali sul servizio di trasporto pubblico locale a seguito dell'emanazione del DPCM 17 maggio 2020)

Delibera della Giunta provinciale n. 689 del 22/05/2020 (Emergenza sanitaria Covid-19 - applicazione dell'art. 34 della legge provinciale 13 maggio 2020, n. 3 in merito alle attività economiche che possono operare alla luce del decreto legge 16 maggio 2020 n. 33 e del conseguente DPCM 17 maggio 2020)


Ordinanza del Presidente della Provincia del 18/05/2020 (Disposizioni provinciali a seguito dell'emanazione del DPCM 16 maggio 2020, n. 33 e del conseguente DPCM 17 maggio 2020) 
Nota a firma del Presidente della Regione Veneto e del Presidente della Provincia autonoma di Trento prot. 268481 del 15 maggio 2020 con oggetto: Visita congiunti nelle province di confine della Regione del Veneto e della Provincia autonoma di Trento

Ordinanze, Decreti e Linee guida (dal 22/2/2020 all'11/5/2020)

Circolari Dipartimento Salute e politiche sociali sull’emergenza Covid-19 e la gestione dei servizi



Dal Sistema Confindustria


 

Dieci comportamenti da seguire